Sono in giro per la Basilicata da oltre due mesi. Ho girato nei paesi, quasi tutti. Ho veduto e ho potuto toccare con mano una geografia dei luoghi bellissima, ma un territorio in larga parte abbandonato. Le strade di collegamento con le poche arterie? Quasi tutte a pezzi, segnaletica pressoché inesistente, rotta, divelta, ossidata, mascherata da arbusti e strade laterali ove canneti cadenti e rami di alberi intralciano la guida. E ho capito perché i nostri giovani sono andati via e il flusso continua. E ancora così avverrà.
Tanto è potuto accadere perché al governo di regioni e comuni (naturalmente nel mucchio sparano solo Palestinesi, Israeliani, Russi e matti sanguinari e io non sono tra questi) siedono uomini e donne di scarsa sensibilità civica.
Capisco comprendo e li assolvo, gli studenti. Capisco comprendo e li assolvo, gli elettori, uno su due, che non vanno a votare. Sparando essi pure nel mucchio? Li assolvo. Come è possibile che non siano state vedute le sconcezze che io ho potuto vedere e toccare?
Eppure basta poco per rendere la regione attrattiva. Con Area Popolare la Basilicata diverrà una perla. Perché noi le vediamo, le cose, gli altri no. Perché con noi fioriscono artisti, che hanno un occhio in più sul mondo.
Altrove? Straccioni, quanti hanno ridotto la Basilicata così com’è.

Pasquale Tucciariello

Vieni con Noi, Associazione AREA POPOLARE